suncitygroup.eu - impianti fotovoltaici- energie rinnovabili


Vai ai contenuti

Verifiche impianti di terra

Verifiche e prove strumentali

Verifiche periodiche impianti di terra ai sensi del D.P.R. 462/2001.

Il nostro servizio è rivolto a tutte le attività produttive che necessitano, in base alla legislazione vigente, di verificare i propri impianti in base ad una periodicità che varia dalla tipologia di attività produttiva.

Di seguito si evidenziano le categorie principali alle quali far riferimento:

-Luoghi con pericolo di esplosione

Tutti gli impianti che hanno presentato modelli C da oltre 2 anni e nei quali Asl o Arpa abbiano eseguito verifiche da più di 2 anni.

-Luoghi a maggior rischio d’incendio, cantieri e locali medici.

Tutti gli impianti che hanno presentato modelli A/B da oltre 2 anni e nei quali Asl o Arpa non siano mai andati o l’ultima verifica risalga a più di 2 anni.

-Altri impianti

Tutti gli impianti che hanno presentato modelli A/B da più di 5 anni e nei quali Ispels, Asl, Arpa non siano mai andati o l’ultima visita risale a più di 5 anni.

-Impianti verificati

Tutti gli impianti di terra verificati da Ispels, Asl, Arpa da almeno 5 anni (o 2 ove richiesto) ma che dopo tale verifica gli stessi impianti abbiano subito sostanziali modifiche.

-Impianti mai denunciati

Tutti gli impianti di terra mai denunciati attraverso l’invio agli organi competenti di uno dei modelli preposti.


Organismo di Certificazione, autorizzato dal Ministero per le Attività Produttive al rilascio di certificazioni CE e Notificato presso l’Unione Europea, inoltre abilitato dallo stesso Ministero quale Organismo di Ispezione di tipo A per le verifiche periodiche e straordinarie sui seguenti impianti:

- Installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche;

- Messa a terra di impianti alimentati fino a 1000 V;

- Messa a terra di impianti alimentati con tensione oltre 1000 V;

- Impianti elettrici collocati in luoghi di lavoro con pericolo di esplosione.


CONSEGUENZA DELLE OMESSE VERIFICHE


L’omessa verifica di legge determina il rischio di:

-sanzioni amministrative e/o penali (D. Lgs. 81/2008) a seguito di accertamenti da parte di SPISAL.

-la perdita della tutela assicurativa INAIL nel caso di infortunio di origine elettrica (DPR 1124/65).

-la revoca dell’agibilità, per le attività soggette a controllo dei VV.F, (incendio di origine elettrica).

-la perdita dell’eventuale diritto al rimborso assicurativo privato.



Operiamo con Sistema Qualità conforme alle norme UNI EN ISO 45004, 45011, 45012 ed offre tempi ridotti per l’esecuzione delle attività e valutatori qualificati per i settori specifici in tutta Italia.

Home | Progettazione impianti elettrici | Verifiche e prove strumentali | Fotovoltaico | Idrogeno | Offerte | Rendimento annuo | Nuovo conto energia | Preventivi | Informazioni | Listino | Info legali | Mappa del sito

Cerca

Torna ai contenuti | Torna al menu